A XI’AN UN NUOVO POLO PER LA MODA ITALIANA

Il complesso di 3 chilometri quadrati ai margini di una delle più antiche città della Cina promuoverà designer, brand e aziende del fashion-tech, con un particolare riguardo verso il Made in Italy

La Cina si prepara a inaugurare un nuovo polo della moda e del design con un occhio di riguardo verso il Made in Italy. Il progetto di Xi’an international fashion town, nato dalla partnership tra Xi’an international communityTanderealestate e Chicgroup, è stato svelato a Milano con un evento di lancio ospitato a Palazzo Clerici, sede di Fondazione Italia Cina. Un complesso di circa tre chilometri quadrati in procinto di sorgere nel nuovo distretto della città, capoluogo della provincia di Shaanxi nella Cina centrale e famosa per i guerrieri di terracotta. Grazie alla sinergia, i brand italiani avranno un supporto per l’ingresso nel mercato cinese. Il Fashion town, concepito come una vera e propria area urbana che ospiterà numerose espressioni della diversità culturale contemporanea, dalla moda all’entertainment, passando per il food, sorge con l’obiettivo di diventare un ecosistema dove far crescere e valorizzare designer, brand e aziende del settore fashion-tech, con un occhio di riguardo verso le eccellenze del Made in Italy. Tra gli obiettivi, anche servizi di consulenza per facilitare l’arrivo di investitori e designer internazionali, e partnership con le principali scuole di moda italiane.

“Abbiamo destinato, pur in un anno difficile, 10 milioni di euro in più rispetto al 2018, e quindi 188 milioni di euro in totale, per la promozione del made in Italy nel mondo con l’Ice. E in questo percorso di narrazione delle opportunità delle collaborazioni di business tra Italia e Cina, Xi’An è la città ideale per lavorare assieme sul fronte moda”, è ciò che ha dichiarato al Corriere della Sera il Sottosegretario allo Sviluppo economico Michele Geraci.