“NAPOLI – IL CAIRO: OPPORTUNITÀ COMMERCIALI TRA ITALIA ED EGITTO”. UN NETWORKING MEETING TRA IMPRENDITORI EGIZIANI E AZIENDE ITALIANE

Annunciata per febbraio 2020 una missione italiana nell’ambito di “Med Blue Economy”, promossa dal CISE

Nola, 17 settembre 2019. Si è tenuto questa mattina l’evento “Napoli – Il Cairo: Opportunità Commerciali tra Italia ed Egitto”, organizzata dal CISE – Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico e dall’International Consulting for Future STA, con il patrocinio della Regione Campania e del CIS/Interporto di Nola.

L’iniziativa ha avuto un carattere istituzionale e commerciale, grazie alla presenza di rappresentanti del governo e di imprenditori egiziani, guidati dal Vice Ministro e Presidente dell’autorità internazionale per il commercio e lo sviluppo della Repubblica d’Egitto, Ibrahim Ashmawy, ed ha rappresentato una fondamentale occasione di confronto tra i diversi rappresentanti delle società egiziane presenti e le aziende italiane, che hanno potuto valutare, durante la sessione di networking meetings, l’opportunità di sviluppare nuove relazioni commerciali.

All’evento erano presenti: il Sindaco di Nola, Gaetano Minieri, il Presidente dell’Osservatorio Eurispes sul Mediterraneo, Gerardo Romano, Angelo Caliendo, componente del comitato presidenza del CISE, e l’Amministratore delegato di CIS e Interporto Campano, Claudio Ricci.

Quest’ultimo ha sottolineato che “le relazioni con l’Egitto rappresentano uno step importante non solo per i suoi elevati tassi di sviluppo ma anche per la sua strategica localizzazione, quale porta di ingresso ai mercati del continente africano. Oggi, il CIS e l’Interporto Campano, nel quadro della loro più ampia mission, puntano infatti anche a supportare il tessuto produttivo locale nell’attività di consolidamento dei rapporti internazionali”. L’amministratore delegato del CIS – Interporto ha, infine, annunciato che “nell’ambito di Med Blue Economy, il progetto portato avanti dal CISE, intendiamo istituire la prossima primavera un appuntamento fisso in Egitto di incontro e scambio di relazioni, che diventi un “ponte” tra la nostra realtà con le sue eccellenze e i rappresentanti dell’imprenditoria egiziana”.